Galaxy Z Fold 2 è stato torturato, ma non si è arreso!


Il solito JerryRigEverything si è divertito a torturare l’ultimo smartphone pieghevole di Samsung, il Galaxy Z Fold 2.

Ne sono conseguiti dei dettagli interessanti come la cerniera che ora è molto più efficace nel non ospitare polvere, sporco, agenti estranei, rispetto al predecessore.

Andiamo subito al punto: il display è il punto nevralgico. E’ il componente cui mantenere più di un occhio di riguardo, sopratutto per il prezzo che si dovrà pagare senza un’assicurazione per la sua sostituzione. Ma ovviamente c’è dell’altro e sapere che anch’esso è migliorato riguardo la sua resistenza, è sicuramente un punto a favore.

Per farvi capire, Galaxy Fold è stato compromesso con il test della sabbia all’interno del display in prossimità della cerniera pieghevole. Galaxy Z Fold 2, con lo stesso test, non ha sortito alcun problema, merito del meccanismo di apertura e chiusura che mantiene quello spazio pulito e privo di qualsivoglia elemento per un corretto movimento. E se si provasse a piegare dall’altro lato? Jerry, pur applicando una forza notevole, non è riuscito a romperlo. Ciò vuol dire che il meccanismo è solido e robusto e Samsung ha pensato anche a questo .

Ovviamente ci sono anche delle negatività. Per via della sua natura pieghevole, la protezione del display si graffia facilmente. Ma è pur sempre meglio graffiare una “pellicola speciale” che il display prezioso al di sotto. Al contrario, il display esterno è di tipo tradizionale e resiste a graffi in maniera molto efficace, grazie anche all’utilizzo del Gorilla Glass Victus.

Rispetto al primo Galaxy Fold, per quanto riguarda la durabilità e resistenza, il risultato non può essere che positivo. E’ pur sempre un display pieghevole, la qualità nella sua protezione arriverà pian piano, generazione dopo generazione.

Il video all’interno dell’articolo mostra anche altre torture, ma ciò non toglie che Galazy Z Fold 2 sia un notevole passo avanti anche per la costruzione e l’affidabilità.

E’ un ottimo momento per acquistare il Huawei P40 Lite. A poco più di 150 euro nella sua versione 128 GB, lo trovate qui.



Vai all’articolo originale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X