Instagram e Messenger, arrivano le chat unificate: ecco cosa potranno fare gli utenti


Facebook ha compiuto un grosso passo in avanti nell’integrazione delle sue piattaforme di messaggistica, consentendo a utenti selezionati su Messenger di scambiare messaggi su Instagram, e viceversa. Oltre al lancio delle chat multipiattaforma, Instagram sta anche ricevendo una profonda rivisitazione nelle chat, che verranno ampliate con funzionalit prese da Messenger.

Fra i nuovi strumenti messaggi a scomparsa, sticker per i selfie, emoji personalizzate, colori della chat, nuovi modi per bloccare i messaggi indesiderati e l’introduzione della funzione Watch Together di Messenger, che consente di guardare video con gli amici durante una videochiamata. Gli utenti potranno rifiutare il passaggio alle chat multi-piattaforma, se vogliono, tuttavia Facebook scommette sulla presenza delle funzionalit aggiuntive per mantenere gli utenti sulle varie piattaforme.

Non solo le conversazioni saranno “crossplatform”, ma ci saranno anche altre novit: gli utenti potranno cercare su Messenger i profili utente di Instagram, e viceversa, senza dover passare sull’altra applicazione per farlo. Anche in questo caso si tratta di un’opzione disattivabile. Al momento, per, non ancora chiaro quando le nuove funzionalit multi-piattaforma arriveranno su vasta scala a tutti gli utenti. Secondo la CNN, la funzione ora in fase di “test in mercati selezionati e si espander a livello globale nei prossimi mesi” e, inoltre, non sono disponibili informazioni sul completamento dell’opera, ovvero il supporto multi-piattaforma anche su WhatsApp.

Se da una parte la notizia sembra frivola, dall’altra si tratta di un fondamentale passo in avanti nell’ambizioso piano che prevede l’unificazione di tutte le piattaforme di chat di Facebook, verso un sistema unico di comunicazione privata o fra piccoli gruppi, con supporto a contenuti effimeri. Unificando le chat su tutte le app di propriet, che possiedono ciascuna pi di un miliardo di utenti, Zuckerberg vuole raccogliere sotto un unico tetto quanti pi utenti possibile.

Il tutto vedr il suo culmine con l’implementazione di WhatsApp, la piattaforma pi grande nonch quella pi difficile da implementare. Le difficolt non arrivano solo dall’enorme volume di utenti, ma soprattutto dalla presenza della crittografia end-to-end ed, eventualmente, dalle richieste degli enti normativi che sono gi preoccupati da tempo dal dominio di Facebook nella messaggistica mobile.



Vai all’articolo Originale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X