Velocità Internet a casa: i consigli per i neofiti su come scoprire in anticipo se verrà rispettata


Esistono dei trucchi per verificare, prima ancora di aver aderito a una promozione per l’offerta internet a casa, a quale velocit potremo navigare. Gli esperti di SOStariffe hanno stilato cinque consigli per non incorrere in brutte sorprese, e per scoprire in anticipo se la nostra potenziale futura rete internet avr davvero la velocit dichiarata dal provider

1. SpeedTest

La prima regola da seguire usare uno speed test. Si tratta di uno strumento indispensabile, un tool che rivela una serie di parametri tecnici, che rappresentano la cartina di tornasole della velocit. Da valutare non ci sono solo download e upload, come spesso fanno gli utenti meno accorti, ma anche e soprattutto ping e jitter.



Clicca per leggere l’infografica SOStariffe.it sui 3 consigli base


Il ping il tempo di latenza della connessione, cio in breve il lasso temporale necessario per il passaggio dei dati dal dispositivo al server e ritorno. Per fare videochiamate di buona qualit ad esempio, o per giocare online, sono necessari tempi di latenza molto bassi. Il jitter la variazione del ping nel tempo. Conoscendo queste due informazioni possibile stimare con una buona approssimazione la reattivit e stabilit della nostra rete.

SOStariffe propone il suo strumento di speed test, che consente di conoscere le prestazioni della linea inserendo operatore, comune e la velocit nominale della connessione, scegliendo tra una rosa di possibilit da 7 Mega fino a 1 Giga. Il risultato verr poi inviato via e-mail.

2. Banda minima garantita

Gli operatori di telefonia fissa sono tenuti a pubblicare la banda minima garantita tra le condizioni di ogni offerta, cio la velocit minima che sar assicurata dal servizio commercializzato. Ad esempio, le offerte ADSL in genere sono proposte con una velocit in download di 20 Mega, ma in alcuni casi le prestazioni reali della rete potrebbero essere simili alle connessioni da 7 Mega. Se la banda minima garantita molto bassa la connessione potrebbe essere poco affidabile, anche se non c’ certezza.

3. Connessione lenta, le possibili cause

Cosa pu incidere sulla velocit effettiva della nostra connessione? Esistono una serie di fattori in grado di determinare un rallentamento. In primis le applicazioni sempre attive sul nostro dispositivo e connesse alla rete potrebbero saturare la banda. Potrebbe essere in corso un aggiornamento automatico del PC, il quale avvalendosi della rete per scaricare una grande quantit di dati, produce un effetto analogo. E ancora: la colpa potrebbe essere da attribuire alla configurazione errata del pc o ad un numero eccessivo di utenti collegati alla stessa rete nello stesso istante.

4. Le soluzioni alternative a fibra e ADSL

Ultimamente si parla spesso di reti FWA, Fixed Wireless Access, come quelle di Eolo o la TIM Super FWA. Si tratta di un’alternativa valida afibra ottica e anche ADSL, spesso con prestazioni a met strada fra le due. Usano sistemi di trasmissione che sfruttano frequenze dello spettro radio per fornire connettivit senza fili a banda larga, attraverso antenne collegate fisicamente con connessioni in fibra molto veloci. Secondo i dati diffusi da AGCOM nel 2019 in Italia 1,27 milioni di linee sono in FWA e il numero potrebbe essere in aumento grazie all’ingresso di TIM nel mercato.

5. Usare un comparatore

Naturalmente SOStariffe punta a promuovere il proprio comparatore, che pu essere utile per capire se, in caso di rete troppo lenta, disponibile una soluzione alternativa. Lo strumento di comparazione di SOStariffe pu essere trovato a questo indirizzo.



Vai all’articolo Originale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X