Oppo presenta ColoOS 11, basata su Android 11 e ricca di nuove funzionalità


Oppo ha annunciato quest’oggi la nuova versione del suo firmware, ColorOS 11, basato sull’ultima versione di Android. Ecco tutte le novità.

Sicuramente salterà all’occhio il balzo compiuto nella versione del firmware, passato da 7.x a 11, in quanto la nuova versione sarà basata su Android 11 e integra tutte le sue features.

modalità scura e personalizzazione

La nuova versione della ColorOS integra una nuova dark mode, personalizzabile impostando tre diversi livelli di contrasto, e in grado di attivarsi automaticamente ad una certa ora del giorno. Il contrasto può anche essere regolato automaticamente in base alla luce ambientale. Anche le icone, progettate in material design, si adattano alla modalità scura.

ColoOS 11

La modalità Always On, poi, è completamente personalizzabile: possiamo abbellire lo schermo con la scritta che vogliamo, scegliendo tra diversi font, colori e dimensioni, oppure aggiungere un’immagine di nostro gradimento. Inoltre è possibile creare un pattern personalizzato partendo da zero.

ColoOS 11

Anche la home screen e i menu sono completamente personalizzabili: possiamo scegliere tra 5 diverse combinazioni di colore per menu, notifiche e centro di controllo, e anche la lockscreen offre la possibilità di personalizzare l’icona dedicata allo sblocco con impronta digitale.

Interessanti novità anche per il comparto suonerie: potremo creare le nostre melodie personalizzate scegliendo tra suoni più o meno rilassanti e regolandone la velocità di riproduzione; inoltre, nel caso in cui dovessimo ricevere notifiche multiple una di seguito all’altra, potremo far sì che avvisi consecutivi compongano una particolare melodia, anzichè riprodurre sempre lo stesso, fastidioso “bip”

Oppo relax 2.0 include, invece, nuovi suoni, registrati nelle principali città del mondo e offre la possibilità di creare il nostro mix personale di rumori bianchi.

ColoOS 11

funzionalità

ColorOS 11 include pressochè tutte le nuove funzionalità viste su Android 11, incluse le gestures a schermo intero.

Tra le novità della nuova versione di Android riprese dall’interfaccia di Oppo troviamo la possibilità di richiamare i dispositivi Google Home con una pressione prolungata sul tasto di accensione, ed il medesimo sistema di permessi.

Le chat bubbles saranno inizialmente presenti solo per l’app Messaggi di Google, ma il produttore sta lavorando per implementarle anche nelle app di terze parti.

Non manca la possibilità di creare delle finestre floating tramite uno swipe dal basso verso l’alto o dalla smart sidebar, e di ridimensionarle a piacimento grazie alla funzione FlexDrop.

Three-Finger Translate di Google Lens consente invece di fotografare e tradurre il testo a schermo catturando la schermata attraverso uno swipe effettuato con tre dita.

ColoOS 11

Oppo  si è anche preoccupata dell’autonomia dei suoi smartphone: grazie alla Super Power Saving Mode, potremo selezionare sei applicazioni da attivare e utilizzare in quando la batteria è scarica. Inoltre, la funzione Battery Guard previene i danni derivanti da una carica prolungata, acquisendo le abitudini dell’utente. Grazie a questa nuova modalità, ad esempio, la carica si interromperà durante la notte in modo intelligente una volta raggiunto l’80%, per poi riprendere e raggiungere una carica completa al momento del nostro risveglio.

ColoOS 11

prestazioni

Con ColorOS 11 viene introdotta la funzionalità UI First 2.0, che combina il motore brevettato da OPPO per la riduzione del ritardo con Quantum Animation. Grazie a ciò è possibile aumentare del 45% l’utilizzo della RAM e migliorare del 32% il tasso di risposta e del 17% il frame rate.

È inoltre implementato l‘AI App Preloading, che studia il nostro comportamento e precarica le app più utilizzate per ridurre i tempi di apertura; SuperTouch, invece, identifica in maniera intelligente gli scenari utente e ottimizza la velocità di risposta al tocco, migliorando la fluidità del sistema.

rollout

I dispositivi Oppo che riceveranno l’aggiornamento sono moltissimi, ma solo per alcuni possiamo fornirvi, ad oggi, periodi certi. I primi smartphone ad essere aggiornati saranno Oppo Find X2, Oppo Find X2 Pro e Oppo Find X2 PRO Automobili Lamborghini Edition, entro dicembre di quest’anno; seguiranno Find X2 Neo e Find X2 Lite, per i quali l’update è previsto nel Q1 del 2021.

Sicuramente riceveranno ColorOS 11 anche Oppo A72, Oppo A52, Oppo A91, Oppo Reno 2Z, Oppo Reno Z, Oppo Reno 2, Oppo Reno 10x, Oppo A5 2020 e Oppo A9 2020, ma mancano ancora le date ufficiali.

Precisiamo, inoltre, che la versione beta non è attualmente disponibile in Europa, per ragioni di compliance con il GDPR. Tuttavia gli utenti europei che volessero provare in anteprima la nuova interfaccia potranno comunque scaricare la versione open market.

 

 

 

 

Una fluidità ineguagliabile

 

 

Una maggiore attenzione alla sicurezza e alla privacy degli utenti

 

.

 

 

 



Vai all’articolo originale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X