Il prototipo Xiaomi di smartphone con le orecchie


Un soluzione originalissima per i quattro sensori fotogrfici che spuntano dal bordo superiore

xiaomi orecchie
(Foto: Letsgodigital.org)

Molto particolare il brevetto di smartphone Xiaomi che monta le due fotocamere frontali e quelle posteriori all’interno di una doppia appendice che spunta dal bordo superiore del dispositivo come se fossero orecchie (o corna) in diagonale.

Il brevetto è stato registrato oggi 8 settembre, ma nella lunga trafila burocratica delle proprietà intellettuali era stato depositato circa un anno fa da Xiaomi presso gli uffici della Cnipa ovvero l’apposita autorità cinese. Ancora una volta a scovare i documenti ci hanno pensato gli olandesi di LetsGoDigital, che hanno peraltro realizzato il render qui sopra a scopo esemplificativo.

Descritto come smartphone con dual pop-up camera, sarebbe il primo a ospitare su ambo i lati (frontale e posteriore) i sensori per selfie e videochiamate così come quelli principali con il risultato che lo smartphone rimarrebbe assai minimalista con un fronte a tutto schermo e un retro con una cover interrotta soltanto dal flash piazzato nella porzione superiore. Tutto molto bello, ma sarà mai prodotto e commercializzato?

Come i precedenti ci hanno insegnato non è detto che un brevetto sia il preludio a una presentazione. A maggior ragione la soluzione del pop-up sembra lentamente perdere di popolarità dopo aver vissuto il suo culmine l’anno scorso. Non a caso il brevetto era stato infatti depositato proprio nel 2019. Però potrebbe essere applicato su dispositivi di fascia media o economici, per offrire una certa qual varietà a livello estetico.

Di sicuro i top di gamma sembrano più orientati verso la under-screen camera ossia per la fotocamera piazzata sotto allo schermo che permette di risparmiare in spazio e meccanica evitando anche gli elementi che potrebbero andare a logorarsi dopo un uso continuativo. Zte Axon 20 5G è stato il primo a essere ufficializzato, ma la stessa Xiaomi sembra pronta per togliere i veli da un suo primo modello molto presto.

Potrebbe interessarti anche





Vai all’articolo Originale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X