Gotham Knights: il creative director spiega perché non ci sarà Batman


Come molto probabilmente tutti quanti voi saprete, nel corso di queste ultime ore si è tenuto il tanto atteso DC FanDome, evento durante il quale sono state mostrate tutte le più interessanti novità a tema DC che potremo scoprire nel corso dei prossimi anni, sia in termini cinematografici che videoludici. Tra le tante presentazioni fatte, figura in particolare anche Gotham Knights, videogioco che giungerà su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X e PC, e ambientato nell’universo narrativo di Batman dove, però, potremo impersonare tutta una serie di personaggi – nello specifico Knighwing, Robin, Batgirl, Red Hood – tra i quali non figurerà proprio il nostra amato Cavaliere Oscuro.

Come facilmente immaginabile, la scelta ha sconcertato numerosissimi videogiocatori che dopo l’epopea dei Batman Arkham, non vedeva l’ora di poter tornare a impersonare i panni del nostro giustiziere della notte. Ebbene, durante il panel Legacy of the Bat che ha fatto seguito al trailer, il creative director Patrick Redding ha voluto chiarire le motivazioni dietro tale decisione. In particolare, lo sviluppatore ha dichiarato:

Gotham Knights

“Nelle nostre intenzioni vi era quella di portare via certezze e sicurezza dai videogiocatori. Così abbiamo deciso di dar vita a una Gotham City dove Bruce Wayne, dopo ben 15 anni passati nei panni di Batman – durante i quali ha dato forma al proprio mito, con tutta la sua ricca rete d’alleati – è infine dovuto uscire di scena. Warner Bros Games Montreal è ben conscia del fatto che una tale decisione debba mettere i giocatori nella situazione di dover capire realmente come ci si muoverebbe in una tale condizione. Alla fine, dovrete chiedervi come proteggereste Gotham City?”

Insomma, sembra proprio che Patrick Redding – e tutto il suo team – abbia le idee ben chiare su come dovrà essere strutturato Gotham Knights ed è indubbio che una base narrativa di questo calibro potrebbe portare a situazioni a dir poco intriganti. Di contro, però, sono ancora tanti i dubbi che ruotano attorno alla produzione, sia per quanto riguarda in comparto narrativo che per ciò che concerne la componente ludica, e solo il tempo potrà dirci se le scelte fatte saranno state vincenti o meno. Voi, invece, cosa ne pensate? La scelta fatta ha saputo smuovere il vostro interesse o temete che il tutto possa portare a un pericoloso buco nell’acqua?

Nel mentre che attendete l’arrivo di Gotham Knights, nel caso in cui non doveste averla giocata, vi consigliamo caldamente di dare una possibilità alla Batman Arkham Collection, disponibile su Amazon.



Vai all’articolo originale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X